FIOCCHI AMMUNITION Exacta Rifle Match .308MKD-175 grs MK

Si può amare ed odiare una cartuccia in egual modo ?

Le munizione Fiocchi U.S.A. Exacta Rifle Match in calibro .308win sono ormai una realtà consolidata del nostro mercato. In quast’ articolo verrà esaminata la cartuccia da carabina Fiocchi con palla Sierra Match King da 175 grs.
La “Fiocchi Munizioni S.p.a.” è una piccola multinazionale che appartiene alla Holding di “Famiglia Giulio Fiocchi S.p.a.”. A sua volta la Fiocchi Munizioni controlla un network di società internazionali aventi una propria struttura locale indipendente fra cui la Fiocchi of America Inc. con sede ad Ozark, Stato del Missouri, USA. Quest’ultima presenta nel suo catalogo varie cartucce a fuoco centrale in calibro .223rem, .308win. e .30-06 vendute al pubblico in confezioni che riportano ben in evidenza la scritta “Proudly made in USA”, ossia “Orgogliosamente fabbricate negli Stati Uniti d’ America”. Quindi due stabilimenti di Fiocchi Munizioni separati da un Oceano, ma con sinergie tecnico produttive che sviluppano prodotti dalle diverse peculiarità e specialità.
Per la prova della cartuccia è stata usata la stessa arma e i medesimi strumenti di ricarica usati per il test di altre cartucce.

L’arma è la mia carabina, il mio cavallo da lavoro, un Remington 700 Police DM equipaggiato di ottica S&B 3-12x50 PM II double turn da 0.1 rad. (1cm a 100 mt) con reticolo P4L sul primo piano focale, bipiede Harris BR da 3-9” con pod-lock stretto a tensione medio-alta, cinghia della TIS e poggiaguancia della Eagle per compensare la maggiore altezza dell’oculare posteriore dell’ottica dovuto alla slitta da 20 moa.
I tiratori più smaliziati noteranno che il reticolo usato non è tra i più indicati per il tiro di precisione sul cartaceo, dove la necessità di non coprire troppo il bersaglio e di “spaccare il 10” in 4 parti è prioritaria, ma l’intero assetto dell’ arma è votato primariamente ad un tiro militare e di polizia e solo secondariamente ad un tiro ludico di campagna tipico dei tiri effettuati con l’ Associazione di tiro che rappresento, l’Italian Gallinago Shooting, che effettua corsi di tiro di precisione alle medie e lunghe distanze, fino a 1000 mt, in aree aperte all’uopo predisposte. La prova di tiro non è stata effettuata nell’arco di una sola giornata o di qualche oretta spesa di corsa presso un poligono di tiro, ma si è protratta per alcuni mesi dandomi la possibilità di provare la cartuccia Fiocchi USA sia presso poligoni civili, sia presso aree aperte di collina e di montagna, sia durante una competizione sniper militare internazionale.
Prima di scrivere le mie impressioni su questa cartuccia tengo a precisare che la combinazione tra arma e cartuccia che qui si propone è da ritenersi valida solo per la singola arma con la quale è stata effettuata la prova in quanto in altre carabine, anche se di modello simile, le prestazioni ottenute dalla cartuccia potrebbero non dare gli stessi risultati, siano essi positivo o negativi.

La prova statica:

La munizione è assemblata con inneschi, bossolo, polvere a me sconosciuta, mentre la palla è la conosciuta Sierra 175 Match King. La classificazione della Sierra prevede che tutte le cartucce classificate Match King abbiano un profilo hpbt votato al tiro di precisione, mentre quelle denominate Game King sono cartucce adatte alla caccia. Da una scatola ho preso a campione cinque cartucce, le ho smontate e ne ho pesato le componenti principali. Le palle hanno mostrato una variazione di peso oscillante da 175,0 grs a 175,2 grs; i bossoli innescati da 174,2 grs a 176,7 grs mentre la polvere ha dato un valore costante in tutte le pesate, 41,3 grs (tabella nr. 1).
La pesata di venti cartucce finite ha dato valori oscillanti da 389,4 grs a 393,2 grs (tabella nr. 2).
Successivamente ho preso un’altra scatola e con un calibro Juwel Plus digitale ho controllato la lunghezza delle venti cartucce presenti, dalla base del fondello alla punta apicale, in pratica il famoso OAL. Il dato numerico letto sul display del calibro ha dato conferma dell’eccezionale corta lunghezza di tali cartucce, infatti partono da una lunghezza minima di 66,20 mm arrivando ad una massima di 67,00 mm con una lunghezza media di 66,81 mm (tabella nr. 3).

Sicuramente la lunghezza di questa cartuccia è un’anomalia sulla scena mondiale della produzione industriale delle cartucce Match, in quanto tutti i testi sacri militari e civili sulle cartucce identificano la lunghezza di un .308win in 71,00/71,20 mm. Le stesse Federal 175 Gold Match e le famose M118LR degli sniper americani rispettano queste quote. Non solo, ma la stessa Fiocchi 180 grs non si discosta dagli standard di lunghezza del .308win.



Da sx a dx: Federal 175 hpbt Gold Match; Fiocchi 175 SMK Exacta; Fiocchi 168 SMK Exacta; Fiocchi 180 SMK Exacta; Lapua 167 Scenar; Norma 168 hpbt Diamond Line; Hinterberger 190 hpbt; RWS 165 DK da caccia.

E’ pur vero che le palle Sierra Match King sono famose per le loro sbavature di lavorazione della punta apicale che rendono talvolta fuorvianti le misurazioni con il calibro della lunghezza della cartuccia finita dopo aver effettuato il passaggio al dies seater che possono portare errori di qualche decimo di mm, ma con le Fiocchi USA da 175 grs siamo nell’ordine di una discrepanza di 4 mm di media, non decimi ma millimetri interi, dallo standard ufficialmente riconosciuto. Per avere una risposta a tale incognita ho contattato il personale tecnico della Fiocchi Munizioni il quale ha dichiarato che la cartuccia è frutto di un primo sviluppo tecnico USA che è stato poi rivisto ed aggiornato. Pertanto per avere delle misurazioni più precise sulla lunghezza della cartuccia ho successivamente misurato le stesse cartucce, ma non con la stessa sequenza della tabella nr.1, con il Bullet Comparator della Stoney Point rilevando misure comprese tra un minimo di 77,37 mm ed un massimo di 77,59 mm (tabella nr. 4). Questo strumento viene agganciato ad un braccio del calibro permettendo alla palla, della cartuccia da misurare, di entrare in un foro che ha il diametro del calibro nominale che stiamo utilizzando. In questo modo la misurazione della lunghezza della palla non è più fatta dalla base del bossolo fino alla punta apicale ma dalla base del bossolo al punto della spalla della palla che andrà ad intercettare l’inizio della rigatura della canna. Questo è l’unico modo per ottenere delle cartucce con una lunghezza costante e per lavorare in modo più preciso con i valori di Free Bore della propria arma.

Successivamente ho misurato l’ampiezza del colletto delle cartucce rilevando misure comprese tra un minimo di 8,63 mm ed un massimo di 8,66 mm (tabella nr. 5).
L’ultima attività puramente strumentale ha riguardato il controllo del disassamento tra palla e bossolo.
Lo strumento utilizzato è di fabbricazione artigianale, semplice ma molto preciso nelle misurazioni, che lavora in coppia con un “orologio” Borletti anti-shock da 0,01 mm. In questo caso lo sbandamento rilevato ha avuto oscillazioni minime di 5 centesimi e massime di 35 centesimi, con una media di 18,3 centesimi (tabella nr. 6).
Tale controllo è di fondamentale importanza in quanto determina la qualità della cartuccia che si sta utilizzando. Una palla non perfettamente in asse con il bossolo avrà grandi probabilità d’intercettare, al momento dello sparo, l’inizio delle rigature in modo scomposto, “storto”, creando così possibili problemi di stabilizzazione nel suo viaggio nella canna e al di fuori di essa. Certo, una canna lunga avrà maggiori possibilità di correggere un tale errore, ma sicuramente si potrebbe andare incontro ad un’usura non uniforme del throat.

Come ultimo test ho provato ad inserire 40 cartucce nello shell holder dell’innescatore della Lee e con mia grande sorpresa 38 di queste non sono entrate piantandosi all’imbocco dello stesso. Per scrupolo ho preso delle cartucce originali di altre marche, nonché bossoli Norma sparati ed ho effettuato lo stesso test senza riscontrare alcun problema d’inserimento.

La prova dinamica:

I test di tiro di precisione si sono svolti presso varie sedi:
le rosate di prova ai 100 mt presso il poligono dell’Associazione Sportiva Porta Neola ( www.aspnroma.com ); i tiri a lunga distanza presso aree apposite in aperta campagna e montagna nonchè presso poligoni militari; i tiri dinamici/operativi durante la partecipazione alla competizione sniper Swiss Gallinago Trophy 2010 dell’associazione svizzera DACHS (per chi vuole sapere di più potrà trovare un dettagliato resoconto della competizione a questo indirizzo ).

La prova a fuoco ha avuto inizio con la prova al cronografo e la contestuale taratura ai 25 mt, valida per i 100 mt, usando un apposito bersaglio scaricabile dal sito dell’ Italian Gallinago Shooting , dalla quale è risultata una velocità media di 790,2 m/sec (tabella nr. 7).
Per avere una soluzione balistica capace di darmi le indispensabili indicazioni per lavorare in terreno aperto alle lunghe distanze ho inserito la media velocitaria della palla, più altri importanti dati, nel programma balistico Knight’s Armament Bullet Flight (level M, come Military) della Runaway Technology, già positivamente testato in innumerevoli occasioni e competizioni di tiro.
Tale programma è stato scaricato da Itunes sul mio IPhone e oltre a dare le classiche indicazioni comuni a tutti i programmi balistici da anche le correzioni dovute allo Spin Drift e a Coriolis nonché alla posizione geografica del tiratore (posizione del tiratore in rapporto alla longitudine e latitudine), inoltre lavora con i profili di palla G7 elaborati da Brian Litz. Ah, dimenticavo, il costo è di soli 23,99 €, ma è stato realmente testato in combattimento.
I tiri ai 100 mt sono stati effettuati stando seduti al bancone sparando con bipiede e appoggio posteriore, un calzino pieno di pallini da soft air oppure un asciugamano opportunamente arrotolato. Alcune sessioni di tiro sono state effettuate inserendo manualmente una cartuccia alla volta nell’azione dell’arma, altre volte agendo solamente sull’otturatore in quanto lavoravo a caricatore pieno. Le rosate pubblicate rappresentano sicuramente le migliori effettuate, ma non sono lontane dalla prestazione media ottenuta nelle varie sessioni di tiro e sono state calcolate con un calibro digitale prendendo la distanza da bordo a bordo dei fori più lontani. In poligono, nel tiro meditato a 100 mt, le Fiocchi Exacta 175 grs hanno dimostrato una precisione di rosata tale da poter aspirare a diventare un punto di riferimento nella fascia media delle cartucce commerciali. Provate in tiri meditati a media distanza, 500/600/700 mt in terreno aperto da costone di collina a costone su gong metallici da 40x60 cm, le Exacta sono sempre andate a bersaglio permettendo dei discreti raggruppamenti centrali.
Purtroppo i tiri a 800-900 mt sono stati inificiati da una situazione meteo negativa per il test. Fino a questo punto delle prove Fiocchi Exacta 175 è stata una cartuccia che ha eseguito con diligenza il suo lavoro, per quanto esageratamente corta al confronto con gli standard e un poco “grossetta” di bossolo. Forse proprio questa inusuale lunghezza potrebbe essere stata l’artefice della nota negativa che mi appresto a rendervi partecipe.

colpi_thumb

 

Nella competizione di tiro sniper Swiss Gallinago Trophy dove sono previsti ingaggi da 20 mt a 640 mt, operando completamente equipaggiati con posizioni di tiro seduti, in ginocchi, in piedi e di circostanza, sparando su bersagli cartacei, fissi ed in movimento, con tiri da un colpo, quattro e anche più alla volta, ho avuto 6 inceppamenti in 21 esercizi di tiro. Tutti gli inceppamenti sono accaduti durante gli esercizi che prevedevano l’ingaggio veloce del bersaglio con più colpi da sparare in un limitato lasso di tempo, quindi ricaricando molto velocemente. Sparato il primo colpo portando celermente indietro l’otturatore per poi incamerare velocemente il secondo colpo, questo andava ad impuntarsi sulla palla con il fondello alto, bloccando così l’avanzamento dell’otturatore.


Inceppamento avvenuto durante il ricaricamento veloce


A questo punto dovevo scaricare l’arma e camerare i rimanenti colpi a mano. La stesso inceppamento si è ripetuto in poligono sparando dal bancone quando ho fatto gli stessi esercizi di sparo celere, come da foto allegate all’articolo.
Non ho mai riscontrato tale problema nel tiro celere con la mia carabina con nessuna delle cartucce da me impiegate finora nei miei allenamenti: Federal Gold Match 175, Norma 168 Diamond Line, Hirtenberger 190 hpbt, Fiocchi Exacta 180 ed altre ricaricate. Non ho avuto la possibilità di provare la cartuccia Fiocchi Exacta 175 in altre carabine, pertanto non posso che ribadire che il problema d’impuntamento della cartuccia avvenuto nel mio Remington 700 Police DM è riferibile solo ad esso e non ad altre carabine di precisione.

In conclusione, vista la mia personale esperienza, reputo la cartuccia Fiocchi Exacta .308win. con palla SMK 175 grs un buon prodotto di fascia media da utilizzare in poligono in ambito prettamente civile, mentre ho delle riserve sulla sua validità in ambito militare.

-riproduzione riservata-

 

 

 

 

Sono aperte le iscrizioni per il:

 

-/-/-/-/-/-/-/-/-/-/-

CORSO DI RICARICA DI PRECISIONE PER   CARABINA

 

-/-/-/-/-/-/-/-/-/-/-

CORSO BASE TIRO DI PRECISIONE PER   CARABINA


Per info Sezione Corsi

 

Contatti: 339 7412909

email: leonardo.andreoli@libero.it